Cassazione penale Sez. III sentenza n. 11775 del 13 novembre 1998

(1 massima)

(massima n. 1)

Ogni mutamento della dichiarazione o elezione di domicilio, ritualmente comunicato all'autoritā procedente, comporta revoca della precedente dichiarazione o elezione, senza possibilitā di elezione plurima, che sarebbe in contrasto con lo spirito, la lettera e le finalitā della norma. L'istituto della elezione di domicilio č stato, infatti, introdotto nell'ordinamento per consentire all'autoritā giudiziaria di individuare un recapito certo del destinatario degli atti giudiziari, ed a quest'ultimo di assicurarsi una sicura e tempestiva ricezione di essi.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.