Cassazione penale Sez. VI sentenza n. 24039 del 15 giugno 2011

(1 massima)

(massima n. 1)

Ai fini dell'utilizzabilitā, mediante lettura, delle dichiarazioni rese in sede predibattimentale dal testimone divenuto irreperibile non č sufficiente l'infruttuoso espletamento delle ricerche previste dall'art. 159 c.p.p., ma č altresė necessario che il giudice compia tutti gli accertamenti congrui alla peculiare situazione personale dello stesso, quale risultante dagli atti, dalle deduzioni specifiche eventualmente effettuate dalle parti, nonché dall'esito dell'istruttoria svolta nel corso del giudizio ovvero dia conto, con motivazione non apparente e non manifestamente illogica o contraddittoria, dell'apprezzamento compiuto sulla ragionevole impossibilitā di svolgere ulteriori ed efficaci ricerche del dichiarante.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.