Cassazione penale Sez. I sentenza n. 4312 del 15 settembre 1995

(2 massime)

(massima n. 1)

Ai fini della quantificazione della pena definitiva da espiare, č da escludersi la detraibilitā della detenzione sofferta all'estero a titolo di espiazione definitiva per un reato diverso da quello per il quale č stata chiesta l'estradizione sia pure per il periodo successivo alla notifica all'imputato ivi detenuto dell'ulteriore provvedimento restrittivo ai fini estradizionali. Tale principio, tuttavia, subisce una deroga nelle ipotesi in cui lo Stato ove il soggetto sia detenuto per altre cause stabilisce che il titolo di privazione della libertā personale dell'essere l'ordine di arresto ai fini estradizionali e non l'espiazione della pena.

(massima n. 2)

La facoltā concessa all'imputato detenuto di presentare impugnazioni, dichiarazione e richiesta con atto ricevuto dal direttore dell'Istituto, prevista dall'art. 123 c.p.p., non preclude le possibilitā di ricorrere alle forme ordinarie previste dall'art. 582 c.p.p.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterā seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.