Cassazione penale Sez. III sentenza n. 5588 del 17 maggio 1995

(1 massima)

(massima n. 1)

In tema di proscioglimento predibattimentale, l'opposizione dell'imputato contumace pu˛ essere espressa anche dal difensore. A questo competono, infatti, a norma dell'art. 99 c.p.p., le facoltÓ e i diritti che la legge riconosce all'imputato, a meno che siano riservati personalmente a quest'ultimo. PoichÚ per l'assenso al proscioglimento predibattimentale, l'art. 469 c.p.p. non ha riservato personalmente all'imputato il relativo potere, il consenso del difensore Ŕ validamente dato per l'imputato.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.