Cassazione penale Sez. I sentenza n. 1338 del 4 aprile 1998

(1 massima)

(massima n. 1)

Una volta che l'azione penale sia stata esercitata con l'emissione del decreto di citazione a giudizio da parte del P.M. presso la pretura, non Ŕ ammissibile, per il principio di irretrattabilitÓ dell'azione penale, una successiva richiesta di archiviazione dello stesso P.M., ed Ŕ illegittima la pronuncia di sentenza di non doversi procedere da parte del Gip, essendo stato investito della decisione il pretore. (Nella specie, si trattava, peraltro, di richiesta ritenuta dalla S.C. erronea nel merito, essendo stato ritenuto ignoto l'autore del reato per la semplice mancata identificazione dello stesso, a causa dell'inesattezza delle indicazioni anagrafiche).

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.