Cassazione civile Sez. II sentenza n. 9633 del 19 aprile 2013

(1 massima)

(massima n. 1)

Il coerede che, dopo la morte del "de cuius", sia rimasto nel possesso del bene ereditario, pu˛ usucapire la quota degli altri eredi, purchÚ il tempo necessario al verificarsi di detto acquisto risulti giÓ decorso prima del momento in cui sia intervenuta la divisione negoziale dell'asse con gli altri comunisti, comportando tale atto un riconoscimento inequivocabile e formale della comproprietÓ, incompatibile, pertanto, con la pretesa di essere divenuto proprietario esclusivo del compendio assegnato.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.