Cassazione civile Sez. II sentenza n. 14620 del 24 agosto 2012

(1 massima)

(massima n. 1)

La servit¨ di veduta e quella esercitata mediante un balcone "aggettante" sul fondo gravato soddisfano interessi e determinano pesi differenti, di guisa che la prima non include totalmente la seconda, esaurendo la veduta la propria "utilitas" nella maggiore amenitÓ arrecata al fondo dominante. Ne consegue che il titolo negoziale costitutivo di una servit¨ di "veduta ed affaccio" non implica di per sÚ - in assenza di specifiche indicazioni di segno diverso e tenuto conto che la nozione di affaccio Ŕ comune tanto alle vedute dirette, quanto ai balconi - la facoltÓ del proprietario del fondo dominante di esercitare la veduta tramite un balcone aggettante, la cui realizzazione viola, pertanto, l'art. 840 cod.civ.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.