Cassazione penale Sez. VI sentenza n. 1355 del 9 giugno 1998

(1 massima)

(massima n. 1)

La sottoscrizione dell'ordinanza o della sentenza da parte del giudice non implica che la firma debba essere leggibile, in maniera tale da consentire l'individuazione del giudice (o dei giudici) da cui la decisione promana, non essendo ci˛ richiesto da alcuna norma giuridica. (Fattispecie in tema di ordinanza di declaratoria di inammissibilitÓ di istanza di ricusazione).

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.