Cassazione civile Sez. I sentenza n. 403 del 13 gennaio 2010

(2 massime)

(massima n. 1)

Il procedimento previsto dall'art. 2409 c.c. per il controllo giudiziario della societā per azioni non č applicabile alla societā a responsabilitā limitata, in tal senso deponendo, oltre alla diversitā dei connotati attribuiti a tale tipo di societā dalla riforma organica di cui al D.L.vo 17 gennaio 2003, n. 6, la formulazione letterale dell'art. 2488 c.c. (nel testo introdotto dal D.L.vo n. 6 cit.) e dell'art. 92 disp. att. c.c., nonchč, per le ipotesi in cui sia obbligatoria la costituzione del collegio sindacale, la genericitā del rinvio alla disciplina delle societā per azioni contenuto nell'art. 2477 c.c., il quale va pertanto riferito ai soli requisiti professionali ed alle cause di ineleggibilitā, incompatibilitā e decadenza dei sindaci previste dagli artt. 2397 e ss. c.c., conformemente all'intento manifestato dal legislatore di privatizzare il controllo societario in favore dei singoli soci.

(massima n. 2)

L'ordinanza del tribunale, la quale abbia dichiarato inammissibile il ricorso proposto ai sensi dell'art. 2409 c.c., č impugnabile con il ricorso per cassazione ai sensi dell'art. 111 Cost. unicamente per la parte della decisione contenente la condanna degli originari istanti alle spese del procedimento.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterā seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.