Cassazione civile Sez. I sentenza n. 9252 del 17 settembre 1997

(1 massima)

(massima n. 1)

In una societÓ per azioni, se il difetto di controllo sindacale ha reso possibile la tenuta non regolare della contabilitÓ, la quale, a sua volta, ha precluso l'esatta rappresentazione della situazione economica alla chiusura dell'esercizio annuale, consistente nella perdita totale del capitale, deve ritenersi verificato lo scioglimento della societÓ a norma dell'art. 2448, primo comma, n. 4, c.c. (salva l'adozione da parte dell'assemblea Ś mancata per la suddetta ragione Ś di una delle deliberazioni consentite dall'art. 2447 c.c. come alternative alla liquidazione), con il conseguente divieto per gli amministratori di intraprendere nuove operazioni. In siffatta ipotesi, proseguita illegittimamente la gestione da parte degli amministratori, conseguendone un danno per la societÓ consistente in perdite, sussiste la responsabilitÓ dei sindaci per il danno da essi non evitato in violazione dei doveri istituzionali.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.