Cassazione civile Sez. I sentenza n. 11017 del 21 dicembre 1994

(1 massima)

(massima n. 1)

Il conflitto di interessi che, ai sensi dell'art. 2373 c.c., pu˛ essere causa di annullamento delle deliberazioni assembleari, Ŕ quello che si traduce in una contrapposizione tra l'interesse particolare di un socio (o di un gruppo di soci) e l'interesse della societÓ e ricorre, quindi, solo quando il socio in conflitto riesca con il suo voto a fare approvare una delibera a sŔ vantaggiosa, ma obiettivamente dannosa per la societÓ, e non quando la delibera consenta al socio di raggiungere un interesse proprio senza pregiudizio per la societÓ. (Nella specie, si trattava di una delibera di aumento gratuito del capitale mediante imputazione di riserve costituite da utili non distribuiti, dalla quale il socio di maggioranza, in conflitto con uno dei soci interessato alla distribuzione, aveva tratto particolari vantaggi ).

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterÓ seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.