Cassazione civile Sez. I sentenza n. 2051 del 2 marzo 1994

(1 massima)

(massima n. 1)

La disposizione dell'art. 5, comma settimo, della L. 1 dicembre 1970, n. 898 (nel testo novellato dall'art. 10 della L. 6 marzo 1987, n. 74), che ha previsto l'adeguamento automatico dell'assegno di divorzio, salvo che esso venga escluso dal giudice in caso di palese iniquità, va applicata analogicamente, in materia di separazione dei coniugi, all'assegno di mantenimento, attesa la funzione eminentemente assistenziale di entrambi gli assegni.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 25 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.