Cassazione civile Sez. V sentenza n. 2812 del 26 febbraio 2002

(1 massima)

(massima n. 1)

In tema di Irpef e con riguardo ai redditi prodotti in forma associata, qualora l'amministratore di societÓ in nome collettivo non provveda tempestivamente alla richiesta di iscrizione nel registro delle imprese (ai sensi degli artt. 2295 e 2300 c.c.) della modificazione dell'atto costitutivo rappresentata dal recesso del socio dalla societÓ, e quest'ultimo non comunichi il recesso all'amministrazione finanziaria, il socio medesimo non pu˛ opporre ai fini dell'applicazione dell'Irpef sul suo reddito di partecipazione il recesso non iscritto e non comunicato, poichÚ egli ha il potere di sostituire all'amministratore inerte e, in ogni caso, Ŕ gravato, medio tempore, dell'onere di comunicare all'amministrazione l'intervenuto recesso.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.