Cassazione civile Sez. I sentenza n. 2583 del 9 marzo 1998

(1 massima)

(massima n. 1)

Il fatto che il coniuge al quale non sia addebitabile la separazione e che sia privo di redditi che gli consentano di mantenere un tenore di vita analogo a quello goduto in costanza di matrimonio, abbia diritto ad un assegno di mantenimento, non postula affatto la necessitą di un aggancio meccanico dell'entitą dell'assegno a criteri di proporzione aritmetica tesi a fondare un rapporto fisso minimo fra l'entitą dei redditi del coniuge onerato e quella dell'assegno.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 25 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.