Cassazione civile Sez. Lavoro sentenza n. 11817 del 7 settembre 2000

(1 massima)

(massima n. 1)

Con riferimento alla tempestivitą della contestazione di plurimi addebiti posti a fondamento del licenziamento disciplinare, č illegittimo il comportamento del datore di lavoro che in una condotta progressiva sostanzialmente unitaria del lavoratore ravvisi la successione nel tempo di una pluralitą di violazioni disciplinari e quindi, scomponendo tale condotta in pił fatti illeciti, utilizzi il fatto addebitato successivamente per contestare la recidiva rispetto a quello contestato per primo, risultando in tal caso violato il principio dell'immediatezza della contestazione che impone di non frapporre indugi tali da determinare un cumulo di addebiti.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.