Brocardi.it, il sito dedicato al latino dei giuristi... e molto altro CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 329

Codice di Procedura Civile

Acquiescenza totale o parziale

Dispositivo dell'art. 329 Codice di Procedura Civile

Salvi i casi di cui ai numeri 1, 2, 3 e 6 dell'articolo 395, l'acquiescenza risultante da accettazione espressa o da atti incompatibili con la volontà di avvalersi delle impugnazioni ammesse dalla legge (1) ne esclude la proponibilità.
L'impugnazione parziale importa acquiescenza alle parti della sentenza non impugnate (2) (3).

Note

(1) L'acquiescenza che impedisce l'impugnazione può essere:
- espressa, quando la parte (personalmente o a mezzo di procuratore speciale) esplicitamente dichiara di accettare la pronuncia o di non voler impugnare la sentenza;
- tacita, nel caso in cui l'interessato abbia tenuto un comportamento incompatibile con la volontà di impugnare. Si esclude che possa desumersi l'accettazione della sentenza dalla spontanea esecuzione di un provvedimento ex lege esecutivo o dal pagamento delle spese processuali liquidate con sentenza.

(2) La situazione presa in considerazione dal secondo comma è quella di una sentenza che presenta più capi autonomi e indipendenti (art. 331 del c.p.c.) e che venga impugnata solo parzialmente. In questo caso, si parla di acquiescenza impropria, che si determina in relazione ai capi o alle parti sostanziali della decisione che non sono stati impugnati.

(3) L'acquiescenza potrà essere totale, se concerne l'intera sentenza, o parziale, se riguarda solo alcuni capi di essa. In ordine alla sua rilevabilità, la giurisprudenza ritiene che l'acquiescenza totale sia rilevabile solo dalla parte interessata, mentre quella parziale, sarebbe rilevabile anche ex officio, dal momento che il giudice deve stabilire i limiti di ammissibilità dell'impugnazione.

Ratio Legis

L'acquiescenza è una causa di decadenza dall'impugnazione che vale solamente nei confronti del soggetto che ha rinunciato a far valere il suo diritto ad impugnare. Invece, il successore a titolo particolare nel diritto controverso che non sia intervenuto nel giudizio di primo grado, potrà far valere il suo diritto ad impugnare, anche se il dante causa risulti aver prestato acquiscenza alla sentenza.

Qui non appellat, approbare videtur sententiam

Sentenze relative a questo articolo

Cass. n. 9075/2014

L'acquiescenza, ai sensi dell'art. 329 cod. proc. civ., come non può essere ravvisata nel fatto che il soccombente abbia pagato il debito di cui alla sentenza esecutiva, ancorché senza espressa riserva d'impugnazione, a maggior ragione, non può evincersi dal fatto che egli ne abbia chiesto la rateazione.

Cass. n. 1553/2014

L'acquiescenza preclusiva dell'impugnazione ex art. 329 cod. proc. civ., è - anche nel processo tributario - soltanto quella successiva alla sentenza, sicché non è configurabile nell'ipotesi in cui la parte abbia dichiarato di "rimettersi al giudizio della commissione" circa un'avversa domanda, che, trattandosi di questione di puro diritto (per essere incontrastati i riferimenti in fatto della controversia), presuppone che la parte si attende dal giudice una pronuncia secondo giustizia, senza alcuna preventiva accettazione, né impedimento all'impugnazione. (Così statuendo, la S.C., nel confermare la legittimità di un avviso di liquidazione avente base in una precedente sentenza passata in giudicato, ha ritenuto non ravvisabile, nell'ammessa esistenza in fatto, in primo grado, da parte dell'amministrazione finanziaria - sul punto rimessasi alla decisione del giudice - della conciliazione intervenuta nel giudizio a monte, un'acquiescenza giuridicamente rilevante, riconoscendole, pertanto, l'interesse ad appellare la relativa statuizione ad essa sfavorevole).

Hai un dubbio su questo argomento?
Risolvi il tuo problema!

Scrivi alla nostra redazione giuridica!

Attenzione: prenderemo in esame SOLO richieste scritte in italiano corretto, con adeguata punteggiatura, riferite a quesiti e/o problematiche di natura giuridica.
(leggi l'informativa)

SEI UN AVVOCATO?
AFFIDA A NOI LE TUE RICERCHE!

Sei un professionista e necessiti di una ricerca giuridica su questo articolo? Un cliente ti ha chiesto un parere su questo argomento o devi redigere un atto riguardante la materia?
Inviaci la tua richiesta e ottieni in tempi brevissimi quanto ti serve per lo svolgimento della tua attività professionale!

Testi per approfondire questo articolo

  • Commentario del codice di procedura civile
    Articoli 323-394

    Data di pubblicazione: settembre 2013
    Prezzo: 130,00 -10% 117,00 €

    Il volume è un commentario articolo per articolo o per gruppi di articoli alle norme del codice, alle principali leggi collegate e alla normativa speciale. Il testo di ogni articolo è scomposto in "frammenti" numerati e ad ogni numero corrisponde un paragrafo del commento in cui gli autori analizzano la norma nel dettaglio. Questa impostazione consente una lettura veloce, per individuare rapidamente le informazioni necessarie per affrontare un caso concreto, ma non preclude... (continua)

  • I casi di filtro in appello

    Autore: Mocci Mauro
    Collana: Casi risolti nel diritto
    Pagine: 200
    Data di pubblicazione: dicembre 2013
    Prezzo: 22,00 -10% 19,80 €
    Categorie: Appello

    L'opera, aggiornata alla recente giurisprudenza, tratta nel dettaglio le particolarità di questo nuovo istituto introdotto per filtrare le eventuali cause di appello. Dopo l'inquadramento dell'istituto e il commento delle implementazioni a livello procedurale sia per il magistrato che per l'avvocato, si passano in rassegna alcune pronunce che illustrano le particolarità nella struttura dell'atto e soprattutto le considerazioni del magistrato preposto a valutare... (continua)

  • Il filtro dell'appello. Saggi, materiali e provvedimenti

    Collana: Focus
    Data di pubblicazione: novembre 2013
    Prezzo: 25,00 -10% 22,50 €
    Categorie: Appello

    Dal settembre 2012 il nostro processo civile conosce un nuovo istituto: il filtro in appello. Il libro offre non soltanto una ricostruzione teorico-critica dei nuovi artt. 348-b/s e 348-ter c.p.c. (scritti in un linguaggio che non risulta perspicuo né di agevole esegesi), ma anche la vivida rappresentazione di quel ch'è avvenuto nei palazzi di giustizia, nella vita degli operatori del diritto che s'avvicinano titubanti e circospetti a codesto misterioso filtro e degli... (continua)

  • Codice delle impugnazioni civili: Impugnazioni in generale, regolamento di competenza, appello-Ricorso per cassazione, revocazione, opposizione di terzo

    Editore: neldiritto.it
    Collana: I codici del professionista
    Data di pubblicazione: aprile 2013
    Prezzo: 120,00 -10% 108,00 €

    Giunto alla seconda edizione, il "Codice delle impugnazioni civili" si propone l'obiettivo di fornire agli operatori del diritto (avvocati e magistrati) uno strumento per orientarsi nel modo migliore all'interno della complessa e delicata materia dei rimedi esperibili avverso le sentenze del giudice civile. Una simile guida si rivela particolarmente utile nell'attuale quadro normativo, segnato da alcuni importanti provvedimenti di riforma. Tra i più recenti, si segnala il d.l. 22... (continua)

  • Le impugnazioni civili

    Collana: Argomenti del diritto
    Data di pubblicazione: settembre 2013
    Prezzo: 72,00 -10% 64,80 €

    La trattazione ha ad oggetto la disciplina delle impugnazioni, considerata nella sua globalità. Sono quindi presi dapprima in esame i profili attinenti alla parte generale delle impugnazioni, e quindi al giudicato formale, nonché alla legittimazione ed all’interesse ad impugnare, alla pluralità di parti, alle vicende anomale (inammissibilità, improcedibilità ed estinzione), ed infine all’effetto espansivo interno ed esterno. Segue... (continua)

  • Le impugnazioni nel processo civile

    Editore: Giuffrè
    Collana: Teoria e pratica del diritto. Maior
    Data di pubblicazione: maggio 2014
    Prezzo: 54,00 -10% 48,60 €
    Categorie: Appello, Cassazione

    Il volume misura lo stato dell'arte, in continua evoluzione, del cantiere Giustizia, relativo alle impugnazioni civili, sottoponendo a disamina meticolosa i vari profili che ne occupano il non facile spazio. L'opera offre riferimenti certi per un approccio realistico alle tematiche che interessano la sfera dei mezzi impugnatori attraverso l'analisi dei più recenti approdi giurisprudenziali e dottrinali, sviluppando così una trattazione esaustiva tale da costituire un valido... (continua)