Art. precedente Art. successivo

Articolo 202

Codice della Strada

Rateazione delle sanzioni pecuniarie (1)

← Art. precedente Art. successivo →

Dispositivo dell'art. 202 Codice della Strada

1. I soggetti tenuti al pagamento di una sanzione amministrativa pecuniaria per una o più violazioni accertate contestualmente con uno stesso verbale, di importo superiore a 200 euro, che versino in condizioni economiche disagiate, possono richiedere la ripartizione del pagamento in rate mensili.


2. Può avvalersi della facoltà di cui al comma 1 chi è titolare di un reddito imponibile ai fini dell'imposta sul reddito delle persone fisiche, risultante dall'ultima dichiarazione, non superiore a euro 10.628,16. Ai fini di cui al presente comma, se l'interessato convive con il coniuge o con altri familiari, il reddito è costituito dalla somma dei redditi conseguiti nel medesimo periodo da ogni componente della famiglia, compreso l'istante, e i limiti di reddito di cui al periodo precedente sono elevati di euro 1.032,91 per ognuno dei familiari conviventi.


3. La richiesta di cui al comma 1 è presentata al prefetto, nel caso in cui la violazione sia stata accertata da funzionari, ufficiali e agenti di cui al primo periodo del comma 1 dell'articolo 208. È presentata al presidente della giunta regionale, al presidente della giunta provinciale o al sindaco, nel caso in cui la violazione sia stata accertata da funzionari, ufficiali e agenti, rispettivamente, delle regioni, delle province o dei comuni.


4. Sulla base delle condizioni economiche del richiedente e dell'entità della somma da pagare, l'autorità di cui al comma 3 dispone la ripartizione del pagamento fino ad un massimo di dodici rate se l'importo dovuto non supera euro 2.000, fino ad un massimo di ventiquattro rate se l'importo dovuto non supera euro 5.000, fino ad un massimo di sessanta rate se l'importo dovuto supera euro 5.000. L'importo di ciascuna rata non può essere inferiore a euro 100. Sulle somme il cui pagamento è stato rateizzato si applicano gli interessi al tasso previsto dall'articolo 21, primo comma, del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 602, e successive modificazioni.


5. L'istanza di cui al comma 1 deve essere presentata entro trenta giorni dalla data di contestazione o di notificazione della violazione. La presentazione dell'istanza implica la rinuncia ad avvalersi della facoltà di ricorso al prefetto di cui all'articolo 203 e di ricorso al giudice di pace di cui all'articolo 204-bis. L'istanza è comunicata dall'autorità ricevente all'ufficio o comando da cui dipende l'organo accertatore. Entro novanta giorni dalla presentazione dell'istanza l'autorità di cui al comma 3 del presente articolo adotta il provvedimento di accoglimento o di rigetto. Decorso il termine di cui al periodo precedente, l'istanza si intende respinta.


6. La notificazione all'interessato dell'accoglimento dell'istanza, con la determinazione delle modalità e dei tempi della rateazione, ovvero del provvedimento di rigetto è effettuata con le modalità di cui all'articolo 201. Con le modalità di cui al periodo precedente è notificata la comunicazione della decorrenza del termine di cui al quarto periodo del comma 5 del presente articolo e degli effetti che ne derivano ai sensi del medesimo comma. L'accoglimento dell'istanza, il rigetto o la decorrenza del termine di cui al citato quarto periodo del comma 5 sono comunicati al comando o ufficio da cui dipende l'organo accertatore.


7. In caso di accoglimento dell'istanza, il comando o ufficio da cui dipende l'organo accertatore provvede alla verifica del pagamento di ciascuna rata. In caso di mancato pagamento della prima rata o, successivamente, di due rate, il debitore decade automaticamente dal beneficio della rateazione. Si applicano le disposizioni del comma 3 dell'articolo 203.


8. In caso di rigetto dell'istanza, il pagamento della sanzione amministrativa pecuniaria deve avvenire entro trenta giorni dalla notificazione del relativo provvedimento ovvero dalla notificazione di cui al secondo periodo del comma 6.


9. Con decreto del Ministro dell'interno, di concerto con i Ministri dell'economia e delle finanze, del lavoro e delle politiche sociali e delle infrastrutture e dei trasporti, sono disciplinate le modalità di attuazione del presente articolo.


10. Con decreto del Ministro dell'economia e delle finanze, di concerto con i Ministri dell'interno, del lavoro e delle politiche sociali e delle infrastrutture e dei trasporti, sono aggiornati ogni due anni gli importi di cui ai commi 1, 2 e 4 in misura pari all'intera variazione, accertata dall'ISTAT, dell'indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati verificatasi nei due anni precedenti. Il decreto di cui al presente comma è adottato entro il 1º dicembre di ogni biennio e gli importi aggiornati si applicano dal 1º gennaio dell'anno successivo".

Note

(1) Articolo inserito dalla legge 29 luglio 2010 n.120


Hai un dubbio su questo articolo?
Risolvi il tuo problema!

Scrivi alla nostra redazione giuridica!

Attenzione: prenderemo in esame SOLO richieste scritte in italiano corretto, con adeguata punteggiatura, riferite a quesiti e/o problematiche di natura giuridica. Non promettiamo di poter rispondere a tutti. Il servizio offerto è del tutto gratuito e senza alcun scopo di lucro. Chi avesse urgenza di ricevere risposta dovrà specificare che desidera il servizio a pagamento (per tutti i quesiti il costo è di 24,51 € + IVA per un totale di 29,90 €).
(leggi l'informativa)

Testi per approfondire questo articolo

Il nuovo codice della strada e il regolamento

Editore: La Tribuna
Collana: Tribuna pocket
Pagine: 1022
Data di pubblicazione: giugno 2013
Prezzo: 16,00 -10% 14,40 €

L'opera è aggiornata con: il D.P.R. 12 febbraio 2013, n. 31, di modifica del Regolamento del Codice della strada; Il D.Lvo 16 gennaio 2013, n. 2, recante Integrazioni e correzioni al decreto legislativo 18 aprile 2011, n. 59; il D.M. 19 dicembre 2012, recante aggiornamento degli importi delle sanzioni amministrative pecuniarie conseguenti a violazioni al Codice della Strada; il D.L.vo 18 aprile 2011, n. 59, recante attuazione delle direttive 2006/126/CE e 2009/113/CE concernenti la... (continua)

Il nuovo codice della strada e il regolamento

Editore: La Tribuna
Collana: I codici commentati
Data di pubblicazione: gennaio 2014
Prezzo: 42,00 -10% 37,80 €
Nuovo codice della strada. Con regolamento di esecuzione

Collana: I codici Maggioli
Pagine: 800
Data di pubblicazione: marzo 2014
Prezzo: 24,00 -10% 21,60 €

Tabella delle patenti rilasciate dal 19.1.2013 per età e veicoli da condurre

Tabella equipollenza patenti possedute fino al 18.1.2013 e dopo il 19.1.2013

Tabella riassuntiva importi sanzioni con riduzione del 30%

Tabella degli importi delle sanzioni pecuniarie biennio 2013-2014

Tabella degli importi delle sanzioni pecuniarie all’1.1.2013 con indicazione della norma in cui sono citate

Tabella degli importi esclusi dall’aggiornamento... (continua)

Il nuovo codice della strada e il regolamento di esecuzione

Editore: Giuffrè
Data di pubblicazione: giugno 2013
Prezzo: 15,00 -10% 13,50 €

L'addenda riporta le importanti novelle legislative che hanno avuto un notevole impatto su diversi articoli del Codice della strada, tra le più recenti si segnalano quelle in materia di patente europea (D.Lgs n. 2/2013). L'aggiornamento oltre a riportare l'importo delle sanzioni edittali (D.M. 19 dicembre 2012) in vigore dal 1 gennaio 2013, si arricchisce con diverse tavole sinottiche tra cui la Tabella di equivalenza tra le precedenti e le nuove categorie di patente di guida e la... (continua)

Codice della strada

Pagine: 180
Data di pubblicazione: dicembre 2013
Prezzo: 14,00 -10% 12,60 €
Il nuovo codice della strada

Editore: Giuffrè
Data di pubblicazione: settembre 2013
Prezzo: 115,00 -10% 103,50 €

Il Codice della strada, anche dopo le profonde modifiche apportate dalla legge sulla sicurezza stradale (legge 29 luglio 2010, n.120), che era intervenuta su ben settantotto articoli, è stato ancora ripetutamente modificato, segnatamente dai decreti legislativi 18 aprile 2011, n.59, e 18 gennaio 2012, n.2, che, recependo la direttiva europea n. 2006/126/CE, hanno "rivoluzionato" tutta la materia delle patenti di guida. Una nuova disciplina è stata poi introdotta nella materia... (continua)

Il pagamento delle sanzioni pecuniarie del codice della strada

Collana: Guide polizia
Pagine: 64
Data di pubblicazione: settembre 2013
Prezzo: 24,00 -10% 21,60 €
Codice della strada

Editore: Giuffrè
Collana: Le fonti del diritto italiano
Data di pubblicazione: giugno 2014
Prezzo: 140,00 -10% 126,00 €

Il volume, prima edizione nella collana delle Fonti, contiene il nuovo Codice della strada e il Regolamento di esecuzione, commentati con la dottrina e annotati con la giurisprudenza. Il Codice, corredato con i testi previgenti di più recente emanazione, è aggiornato alle ultime novità legislative, con richiami alla normativa correlata, ampie bibliografie, e puntuali riferimenti alle più recenti decisioni giurisprudenziali. Nello specifico, oltre... (continua)

Nuovo codice della strada e regolamento annotato con la giurisprudenza-Segnaletica a colori. Con aggiornamento online

Collana: I codici commentati
Pagine: 960
Data di pubblicazione: giugno 2014
Prezzo: 40,00 -10% 36,00 €

Il volume riporta, in calce a ciascun articolo, un'aggiornata e ragionata selezione della giurisprudenza civile, penale, di legittimità e di merito articolata in paragrafi, per consentire una rapida consultazione ed un'agevole ricerca della casistica relativa a ciascun articolo. L'opera, inoltre, traccia, attraverso una dettagliata titolatura delle sentenze riportate, i percorsi più significativi di sviluppo delle problematiche relative ai principali istituti e si indirizza... (continua)

Nuovo codice della strada e regolamento. Leggi complementari-Segnaletica stradale a colori. Con aggiornamento online

Collana: Codici
Pagine: 1085
Data di pubblicazione: maggio 2014
Prezzo: 34,00 -10% 30,60 €

Questa nuova edizione del Codice della Strada con Regolamento di esecuzione e Leggi complementari viene data alle stampe aggiornata alle ultime novità legislative, tra le quali, segnaliamo il D.L. 23-12-2013, n. 145, conv. in L. 21-2-2014, n. 9, (cd. Destinazione Italia); il D.L. 21-6-2013, n. 69, conv. con modif. in L. 9-8-2013, n. 98 (cd. Decreto del fare) che prevede la riduzione del 30% dell'importo delle sanzioni se pagate entro 5 giorni dalla contestazione o notificazione.... (continua)