Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Brocardo

Senatus consultum

Traduzione

Senatoconsulto, decreto del senato

Spiegazione

Secondo la definizione di Gaio nelle sue Istituzioni: senatus consultum est quod senatus iubet atque constituit, idque legis vicem obtinet ("senatoconsulto è ciò che il senato ordina e decreta, e ha valore di legge"). In origine, esso aveva la forma di un consiglio o parere espresso ai magistrati della Roma repubblicana; in seguito, divenne un vero e proprio decreto con valore di legge, che poteva essere emanato anche nel corso di una seduta del senato a porte chiuse (c.d. senatus consultum tacitum). L'istituto del senatoconsulto fu ampiamente diffuso nell'era della prima repubblica; poi fu in parte sostituito dalla legislazione comiziale; infine tornò in auge nell'età del principato, quando il senato ritenne opportuno contrastare l'attività legislativa personalmente svolta dall'imperatore.

Tag associati

Testi per approfondire "Senatoconsulto, decreto del senato"

  • Storia giuridica di Roma

    Editore: Giappichelli
    Data di pubblicazione: ottobre 2016
    Prezzo: 43,00 -10% 38,70 €
    "Questo libro, che per molti versi può considerarsi come la prosecuzione di un cammino iniziato ormai da tempo con l'Editore Giappichelli, sperimenta una soluzione in gran parte innovativa nei percorsi dell'insegnamento del diritto romano: il tentativo di integrare in un'unica esposizione, dal taglio accentuatamente storico, diritto privato, strutture costituzionali, produzione normativa (con particolare attenzione agli sviluppi della giurisprudenza), forme della repressione criminale:... (continua)
  • Studi sulla patria «potestas». Il filius familias «designatus rei publicae civis»

    Editore: Giappichelli
    Collana: Univ.Palermo-Dip. storia dir. Monografie
    Pagine: 398
    Data di pubblicazione: maggio 2017
    Prezzo: 48,00 -10% 43,20 €
    "Com'è noto, la patria potestas rivestì durante l'intera esperienza romana una rilevanza giuridica sia interna sia esterna alla familia. Essa dispiegava i propri effetti sia all'interno della familia proprio iure dicta, sia all'esterno, nelle dinamiche di quei rapporti che in prospettiva moderna consideriamo oggi rilevanti nell'ambito del diritto privato. La tradizione degli studi romanistici ha riservato particolare attenzione a entrambe tali categorie di effetti, coerentemente... (continua)
  • Corso di istituzioni di diritto romano. Vol. 2/1

    Editore: Giappichelli
    Data di pubblicazione: maggio 2017
    Prezzo: 25,00 -10% 22,50 €
    Categorie: Diritto romano
  • La costituzione di Roma antica

    Editore: Laterza
    Collana: Biblioteca universale Laterza
    Data di pubblicazione: settembre 2017
    Prezzo: 18,00 -10% 16,20 €
    Categorie: Diritto romano
    Nel mondo antico Roma visse come entità politica indipendente per quasi milletrecento anni, nel corso dei quali le regole attributive del potere pubblico variarono più volte. La progressiva evoluzione fu categorizzata dagli stessi romani, che individuarono una pluralità di tipi di costituzione: dalla monarchia alla repubblica, dal principato augusteo al dispotismo del dominato dioclezianeo-costantiniano. In seguito, le forme della res publica - e le virtutes dei suoi... (continua)
  • «Res furtivae». Contributo allo studio della circolazione degli oggetti furtivi in diritto romano

    Editore: Giappichelli
    Collana: Univ.Urbino-Scuola di giurisprudenza
    Pagine: 257
    Data di pubblicazione: settembre 2017
    Prezzo: 32,00 -10% 28,80 €
    Categorie: Diritto romano
    "È certo che nel diritto romano le cose oggetto di furto fossero escluse dall'usucapione. Il divieto nelle fonti giuridiche di età classica viene solitamente attribuito alla lex Atinta de rebus subreptis1, emanata nel II sec. a.C, sebbene non manchino testimonianze secondo le quali il suddetto divieto sarebbe già stato previsto dalla legislazione decemvirale. Alla lex Atinia sembra rimontare pure l'introduzione del principio della reversio in potestà, in base al... (continua)

→ Altri libri su Senatoconsulto, decreto del senato ←