Art. precedente Art. successivo

Articolo 76

Costituzione

← Art. precedente Art. successivo →

Dispositivo dell'art. 76 Costituzione

L'esercizio della funzione legislativa non può essere delegato al Governo (1) se non con determinazione di principi e criteri direttivi e soltanto per tempo limitato e per oggetti definiti (2).

Note

(1) La delega può essere conferita soltanto al Governo nel suo complesso, e non ad un singolo Ministro o ad organi diversi. È vietata anche la sub-delegazione, nel senso che il Governo non può, a sua volta, incaricare altri organi di dare attuazione alla delega ricevuta. Ciò non esclude che il Governo si avvalga di istituzioni o commissioni che possano vantare una competenza specifica di settore, per la predisposizione del decreto legislativo (ad esempio, la Banca d'Italia per quanto riguarda il settore bancario).

(2) La legge delega deve individuare i rapporti e le situazioni giuridiche che andranno disciplinate, e i principi e criteri direttivi a cui il Governo dovrà uniformarsi.
Se il Governo non dà attuazione alla delega ricevuta entro il termine fissato dal Parlamento (limite temporale), decade dalla relativa potestà, salvo che non sia approvata una nuova legge che fissi un diverso termine o proroghi quello scaduto.
In nessun caso la delega può riguardare: la revisione delle norme costituzionali nonché l'emanazione di leggi costituzionali; gli atti attraverso i quali il Parlamento esercita il controllo politico sull'attività del Governo (ad esempio, approvazione del bilancio dello Stato, l'autorizzazione alla ratifica dei trattati internazionali conversione di decreti legge etc.); le leggi che regolano i rapporti fra organi costituzionali; materie riservate alla competenza regionale.
I limiti che esplicitamente o implicitamente si ricavano dalla Costituzione costituiscono il contenuto minimo essenziale della legge di delega, ciò non esclude che il Parlamento possa introdurne altri: uno di essi è l'obbligo del parere delle Commissioni parlamentari [v. 72]. La legge n. 400 del 1988 ha anche stabilito che se la delega eccede i due anni, il Governo è tenuto a chiedere il parere delle Camere sui decreti legislativi predisposti.


Brocardi collegati a questo articolo

risolvi il tuo problema!

Scrivi alla nostra redazione giuridica!

Attenzione: prenderemo in esame SOLO richieste scritte in italiano corretto, con adeguata punteggiatura, riferite a quesiti e/o problematiche di natura giuridica. Non promettiamo di poter rispondere a tutti. Il servizio offerto è del tutto gratuito e senza alcun scopo di lucro. Chi avesse urgenza di ricevere risposta dovrà specificare che desidera il servizio a pagamento (per tutti i quesiti il costo è di 24,51 € + IVA per un totale di 29,90 €).
(leggi l'informativa)