Brocardi.it, il sito dedicato al latino dei giuristi... e molto altro CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 287

Codice Penale

Usurpazione di potere politico o di comando militare

Dispositivo dell'art. 287 Codice Penale

Chiunque usurpa un potere politico, ovvero persiste nell'esercitarlo indebitamente, è punito con la reclusione da sei a quindici anni (1).
Alla stessa pena soggiace chiunque indebitamente assume un alto comando militare.
Se il fatto è commesso in tempo di guerra [310], il colpevole è punito con l'ergastolo [313] ed è punito con l'ergastolo [la morte] se il fatto ha compromesso l'esito delle operazioni militari (2).

Note

(1) Si tratta di una norma speciale rispetto al delitto di usurpazione pubbliche (347), da cui si differenzia in quanto l'usurpazione riguarda un potere politico o un comando militare. All'usurpazione da intendersi come l'assumere un potere che per legge non spetta , è poi equiparata l'arbitraria ritenzione, che si verifica quando una persona, legittimamente rivestita di un potere, persiste nell'esercitarlo, dopo che è cessato per una qualsiasi causa senza però essere stato nuovamente autorizzato.
(2) La pena prevista in origine era quella capitale, poi sostituita dal'ergastolo stante la sua abrogazione dall'ordinamento penale italiano (v 17).

Ratio Legis

Il bene giuridico della personalità interna dello Stato viene qui considerato con riferimento gli interessi politici attenenti alla vita che lo Stato esplica nell'ambito del suo territorio.

Hai un dubbio su questo argomento?
Risolvi il tuo problema!

Scrivi alla nostra redazione giuridica!

Attenzione: prenderemo in esame SOLO richieste scritte in italiano corretto, con adeguata punteggiatura, riferite a quesiti e/o problematiche di natura giuridica.
(leggi l'informativa)

Testi per approfondire questo articolo