Brocardi.it, il sito dedicato al latino dei giuristi... e molto altro CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Brocardo

Bona fides

Traduzione

Buona fede

Spiegazione

La buona fede ebbe un'importanza fondamentale nel diritto romano, dove era già presente la distinzione tra buona fede in senso soggettivo (ignoranza di ledere l'altrui diritto) e in senso oggettivo (regola di condotta). Della buona fede in senso oggettivo le fonti non danno una definizione, ma la nozione era radicata nella coscienza sociale, esprimendo l'idea della correttezza che l'onesto cittadino osserva nei rapporti con gli altri, concittadini o stranieri. Questa idea ebbe il suo pieno riconoscimento nel processo civile, dove fu dato ingresso ai iudicia bonae fidei in contrapposizione ai iudicia stricti iuris. Nei iudicia bonae fidei il giudice era chiamato a condannare il convenuto a fare o dare tutto ciò che era dovuto secondo buona fede ("quidquid dare facere oportet ex fide bona"). La buona fede assurgeva in tal modo a principio di giustizia sostanziale e, al di là del processo, a precetto dell'agire umano.

Tag associati

Testi per approfondire "Buona fede"

  • Rischio contrattuale e allocazione tra i contraenti

    Collana: Diritto privato. Nuovi orizzonti
    Pagine: 200
    Data di pubblicazione: settembre 2016
    Prezzo: 22 €
    Con la locuzione "rischio contrattuale" si intende quell'insieme di fattori eterogenei, indipendenti dalla sfera giuridica dei contraenti, capaci di causare un'inattuazione del regolamento contrattuale e un conseguente sconvolgimento dell'assetto di interessi in esso cristallizzato. Si fa riferimento a ipotesi quali l'oggettiva impossibilità sopravvenuta della prestazione e l'eccessiva onerosità sopravvenuta della prestazione. (continua)

→ Altri libri su Buona fede ←