Brocardi.it, il sito dedicato al latino dei giuristi... e molto altro CHI SIAMO   PRIVACY

Articolo 62

Codice della Strada

Massa limite

Dispositivo dell'art. 62 Codice della Strada

1. La massa limite complessiva a pieno carico di un veicolo, salvo quanto disposto nell'art. 10 e nei commi 2, 3, 4, 5 e 6 del presente articolo, costituita dalla massa del veicolo stesso in ordine di marcia e da quella del suo carico, non può eccedere 5 t per i veicoli ad un asse, 8 t per quelli a due assi e 10 t per quelli a tre o più assi.


2. Con esclusione dei semirimorchi, per i rimorchi muniti di pneumatici tali che il carico unitario medio trasmesso all'area di impronta sulla strada non sia superiore a 8 daN/cm2, la massa complessiva a pieno carico non può eccedere 6 t se ad un asse, con esclusione dell'unità posteriore dell'autosnodato, 22 t se a due assi e 26 t se a tre o più assi.


3. Salvo quanto diversamente previsto dall'articolo 104, per i veicoli a motore isolati muniti di pneumatici, tali che il carico unitario medio trasmesso all'area di impronta sulla strada non sia superiore a 8 daN/cm2 e quando, se trattasi di veicoli a tre o più assi, la distanza fra due assi contigui non sia inferiore ad 1 m, la massa complessiva a pieno carico del veicolo isolato non può eccedere 18 t se si tratta di veicoli a due assi e 25 t se si tratta di veicoli a tre o più assi; 26 t e 32 t, rispettivamente, se si tratta di veicoli a tre o a quattro o più assi quando l'asse motore è munito di pneumatici accoppiati e di sospensioni pneumatiche ovvero riconosciute equivalenti dal Ministero dei trasporti. Qualora si tratti di autobus o filobus a due assi destinati a servizi pubblici di linea urbani e suburbani la massa complessiva a pieno carico non deve eccedere le 19 t.


4. Nel rispetto delle condizioni prescritte nei commi 2, 3 e 6, la massa complessiva di un autotreno a tre assi non può superare 24 t, quella di un autoarticolato o di un autosnodato a tre assi non può superare 30 t, quella di un autotreno, di un autoarticolato o di un autosnodato non può superare 40 t se a quattro assi e 44 t se a cinque o più assi.


5. Qualunque sia il tipo di veicolo, la massa gravante sull'asse più caricato non deve eccedere 12 t.


6. In corrispondenza di due assi contigui la somma delle masse non deve superare 12 t se la distanza assiale è inferiore a 1 m; nel caso in cui la distanza assiale sia pari o superiore a 1 m ed inferiore a 1,3 m, il limite non può superare 16 t; nel caso in cui la distanza sia pari o superiore a 1,3 m ed inferiore a 2 m, tale limite non può eccedere 20 t.


7. Chiunque circola con un veicolo che supera compreso il carico, salvo quanto disposto dall'art. 167, i limiti di massa stabiliti dal presente articolo e dal regolamento è soggetto alle sanzioni previste dall'art. 10.


7-bis. Il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, con proprio decreto 2, stabilisce i criteri e le modalità con cui, nel rispetto della normativa comunitaria in materia di tutela dell'ambiente, sicurezza stradale e caratteristiche tecniche dei veicoli che circolano su strada, per i veicoli ad alimentazione a metano, GPL, elettrica e ibrida si può applicare una riduzione della massa a vuoto, pari, nel caso dei veicoli ad alimentazione esclusiva o doppia con gas metano o GPL, alla massa delle bombole di gas metano o GPL e dei relativi accessori e, nel caso dei veicoli ad alimentazione elettrica o ibrida, alla massa degli accumulatori e dei loro accessori, definendo altresì le modifiche alle procedure relative alle verifiche tecniche di omologazione derivanti dall'applicazione del presente comma. In ogni caso la riduzione di massa a vuoto di cui al presente comma non può superare il valore minimo tra il 10 per cento della massa complessiva a pieno carico del veicolo e una tonnellata. La riduzione si applica soltanto nel caso in cui il veicolo sia dotato di controllo elettronico della stabilità. 1

Note

(1) Comma inserito dalla legge 29 luglio 2010 n.120.

(2) Il decreto è adottato entro tre mesi dall'entrata in vigore della legge 29 luglio 2010 n.120 (13 agosto 2010)

Hai un dubbio su questo articolo?
Risolvi il tuo problema!

Scrivi alla nostra redazione giuridica!

Attenzione: prenderemo in esame SOLO richieste scritte in italiano corretto, con adeguata punteggiatura, riferite a quesiti e/o problematiche di natura giuridica. Non promettiamo di poter rispondere a tutti. Il servizio offerto è del tutto gratuito e senza alcun scopo di lucro. Chi avesse urgenza di ricevere risposta dovrà specificare che desidera il servizio a pagamento (per tutti i quesiti il costo è di 24,51 € + IVA per un totale di 29,90 €).
(leggi l'informativa)

SEI UN AVVOCATO?
AFFIDA A NOI LE TUE RICERCHE!

Sei un professionista e necessiti di una ricerca giuridica su questo articolo? Un cliente ti ha chiesto un parere su questo argomento o devi redigere un atto riguardante la materia?
Inviaci la tua richiesta e ottieni in tempi brevissimi quanto ti serve per lo svolgimento della tua attività professionale!

Testi per approfondire questo articolo

  • Codice della strada

    Editore: Giuffrè
    Collana: Le fonti del diritto italiano
    Data di pubblicazione: giugno 2014
    Prezzo: 140,00 -10% 126,00 €

    Il volume, prima edizione nella collana delle Fonti, contiene il nuovo Codice della strada e il Regolamento di esecuzione, commentati con la dottrina e annotati con la giurisprudenza. Il Codice, corredato con i testi previgenti di più recente emanazione, è aggiornato alle ultime novità legislative, con richiami alla normativa correlata, ampie bibliografie, e puntuali riferimenti alle più recenti decisioni giurisprudenziali. Nello specifico, oltre... (continua)

  • Nuovo codice della strada e regolamento. Ediz. minor. Con aggiornamento online

    Collana: Codici Simone minor
    Pagine: 896
    Data di pubblicazione: luglio 2014
    Prezzo: 16,00 -10% 14,40 €

    Questa nuova edizione del Codice della Strada con Regolamento in formato minor viene data alle stampe aggiornata al D.L. 21-6-2013, n. 69,conv. in L. 9-8-2013, n. 98 cd. decreto del fare, che ha previsto la riduzione del 30% della somma relativa alla sanzione se il pagamento della stessa viene fatto entro cinque giorni dalla contestazione o notificazione dell'infrazione commessa. Il lavoro, inoltre, tiene conto delle modifiche introdotte alle disposizioni in materia di patente di guida... (continua)

  • Nuovo codice della strada e regolamento annotato con la giurisprudenza-Segnaletica a colori. Con aggiornamento online

    Collana: I codici commentati
    Pagine: 960
    Data di pubblicazione: giugno 2014
    Prezzo: 40,00 -10% 36,00 €

    Il volume riporta, in calce a ciascun articolo, un'aggiornata e ragionata selezione della giurisprudenza civile, penale, di legittimità e di merito articolata in paragrafi, per consentire una rapida consultazione ed un'agevole ricerca della casistica relativa a ciascun articolo. L'opera, inoltre, traccia, attraverso una dettagliata titolatura delle sentenze riportate, i percorsi più significativi di sviluppo delle problematiche relative ai principali istituti e si indirizza... (continua)

  • Nuovo codice della strada. Con regolamento di esecuzione

    Collana: I codici Maggioli
    Pagine: 800
    Data di pubblicazione: marzo 2014
    Prezzo: 24,00 -10% 21,60 €

    Tabella delle patenti rilasciate dal 19.1.2013 per età e veicoli da condurre

    Tabella equipollenza patenti possedute fino al 18.1.2013 e dopo il 19.1.2013

    Tabella riassuntiva importi sanzioni con riduzione del 30%

    Tabella degli importi delle sanzioni pecuniarie biennio 2013-2014

    Tabella degli importi delle sanzioni pecuniarie all’1.1.2013 con indicazione della norma in cui sono citate

    Tabella degli importi esclusi dall’aggiornamento... (continua)

  • Il nuovo codice della strada e il regolamento

    Editore: La Tribuna
    Collana: Tribuna pocket
    Pagine: 956
    Data di pubblicazione: marzo 2015
    Prezzo: 15,00 -10% 13,50 €

    L'opera e aggiornala con: Il D.M. 16 dicembre 2014, recante aggiornamento degli importi delle sanzioni amministrative pecuniarie conseguenti a violazioni al Codice della strada, in vigore dal 1° gennaio 2015; il D.L. 24 giugno 2014, n. 90, convertito, con modificazioni, nella L. 11 agosto 2014, n. 114, di modifica dell'art. 119 del Codice della strada, nonché degli articoli 330 e 381 del Regolamento; il D.L. 31 dicembre 2014, n. 192 (decreto mille proroghe), riportato nella... (continua)