Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 621 Codice di procedura penale

(D.P.R. 22 settembre 1988, n. 477)

Effetti dell'annullamento senza rinvio

Dispositivo dell'art. 621 Codice di procedura penale

1. Nel caso previsto dall'articolo 620 comma 1 lettera b), la corte dispone che gli atti siano trasmessi all'autorità competente, che essa designa; in quello previsto dalla lettera e) e in quello previsto dalla lettera f), la corte dispone che del provvedimento sia data notizia al pubblico ministero per le sue determinazioni; in quello previsto dalla lettera h), ordina l'esecuzione della prima sentenza o ordinanza, ma, se si tratta di una sentenza di condanna, ordina l'esecuzione della sentenza che ha inflitto la condanna meno grave determinata a norma dell'articolo 669; in quello previsto dalla lettera i), ritiene il giudizio qualificando l'impugnazione come ricorso (1); in quello previsto dalla lettera l), procede alla determinazione della pena o dà i provvedimenti che occorrono.

Note

(1) Si tratta del caso in cui la sentenza impugnata ha deciso in secondo grado su una materia per la quale non è ammesso l'appello, contrariamente a quanto disposto dall'art. 568, comma 5.

Ratio Legis

La norma in esame si riferisce ai casi che permettono alla corte stessa di definire il processo, senza la necessità di un nuovo giudizio di merito, realizzando finalità di semplificazione dell'iter procedurale.

Massime relative all'art. 621 Codice di procedura penale

Cass. pen. n. 52186/2017

Nel caso in cui il giudice di appello, giudicando in sede di rinvio, ometta di considerare, ai fini della determinazione del trattamento sanzionatorio, le circostanze attenuanti generiche, già riconosciute all'imputato e non incise dalla sentenza di annullamento, la sentenza impugnata deve essere annullata parzialmente senza rinvio, con riduzione della pena nella misura massima consentita dall'art. 62-bis cod. pen., ai sensi dell'art. 620, comma 1, lett. l), cod. proc. pen. (come modificato dalla legge 23 giugno 2017 n. 103) trattandosi di calcolo puramente matematico che rende superfluo il rinvio al giudice di merito.

Cass. pen. n. 3186/2014

Il principio generale secondo il quale, in caso di difformità, il dispositivo prevale sulla motivazione della sentenza incontra una deroga nel caso in cui l'esame della motivazione consenta di ricostruire chiaramente ed inequivocabilmente la volontà del giudice. (Fattispecie in cui la concessione della sospensione condizionale della pena, chiaramente e correttamente enunciata in sede di motivazione, è stata omessa in dispositivo; la S.C. ha ritenuto tale omissione dovuta ad un mero errore del giudice di merito).

Cass. pen. n. 21543/2002

Qualora la Corte di cassazione annulli senza rinvio, perché il fatto non è previsto dalla legge come reato, la sentenza emessa dal giudice di appello, disponendo la confisca revocata da quest'ultimo, il giudice competente per l'esecuzione della misura di sicurezza è quello di primo grado.

Cass. pen. n. 550/1999

Nel caso di annullamento di una decisione da parte della Corte di cassazione, non è necessario il rinvio al giudice di merito per un nuovo giudizio solo quando la decisione impugnata è tipicamente contra o extra legem. Il rinvio al nuovo giudice di merito è invece necessario allorché la illegalità della decisione sussista non in relazione all'ordinamento giuridico complessivo, ma in relazione alla fattispecie concreta, giacché in tal caso il giudice del rinvio ha il compito di rinnovare la decisione sulla stessa fattispecie per conformarla alla legge. Ed invero l'annullamento senza rinvio implica strutturalmente la superfluità del nuovo giudizio, o perché la sentenza di annullamento risolve ed esaurisce il thema decidendum, o perché i provvedimenti consequenziali possono essere adottati dalla Corte di cassazione in quanto compatibili con la sua cognizione di mera legittimità. (Fattispecie che aveva applicato la pena concordata in misura illegale e che aveva omesso di disporre la misura di sicurezza patrimoniale imposta dalla legge).

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.

Testi per approfondire questo articolo

  • Codice di procedura penale. Rassegna di giurisprudenza e di dottrina
    Impugnazioni. Libro IX (artt. 568-592)

    Editore: Giuffrè
    Collana: Rassegna Codice di procedura penale
    Data di pubblicazione: marzo 2013
    Prezzo: 160,00 -5% 152,00 €
    Categorie: Appello, Cassazione

    La nuova edizione dell'Opera fornisce una conoscenza approfondita degli istituti, delle questioni e delle soluzioni relativi al sistema processuale penale, in continua evoluzione e sempre più complesso, mediante un'esposizione sistematica degli orientamenti giurisprudenziali e della dottrina, che tiene conto delle numerose novelle legislative e delle pronunce della Corte costituzionale, che hanno contribuito a definire ulteriormente e in parte mutato lo stesso quadro processuale. In... (continua)

  • La pratica del processo penale. Vol I: I procedimenti speciali - Le impugnazioni - Il processo penale minorile - Accertamento della responsabilità degli enti

    Editore: CEDAM
    Pagine: 546
    Data di pubblicazione: marzo 2012
    Prezzo: 60,00 -5% 57,00 €

    Si tratta di un mini-trattato in di 3 volumi, su tutto il processo penale, scritto ad una sola mano: quella di Giorgio Spangher, professore ordinario e giurista di fama nazionale.

    Un'analisi delle regole procedurali. Dunque una ricognizione del rito penale in chiave espositiva, con i contrappunti degli orientamenti del c.d. «diritto vivente» delle Sezioni Unite.

    Da qui il titolo del mini-trattato: 'Pratica', del processo penale.

    Argomenti trattati nel PRIMO... (continua)

  • Il giudizio civile di Cassazione

    Editore: Giuffrè
    Collana: Pratica giuridica. II serie
    Data di pubblicazione: giugno 2019
    Prezzo: 95,00 -5% 90,25 €
    Il ricorso per cassazione, mezzo di impugnazione ordinaria e a critica vincolata, è stato oggetto nel corso del tempo di vari interventi legislativi. La nuova edizione dell'opera è aggiornata alla luce della recente riforma di cui alla legge n. 197/2016 che, novellando nove articoli del codice di rito (artt. 375, 376, primo comma, 377, 379, 380-bis, 380-ter, 390, 391, 391-bis) e aggiungendone uno di nuovo conio (380-bis.1), ha adeguatamente garantito il diritto di difesa delle... (continua)
  • L'argomentazione giudiziale e il suo controllo in cassazione. Unione camere penali. Atti del Convegno (Lipari, 10 settembre 2011)

    Editore: Aracne
    Collana: «I libri» di archivio penale
    Pagine: 168
    Data di pubblicazione: luglio 2012
    Prezzo: 12 €
    Categorie: Cassazione

    Il volume costituisce un contributo a più voci sul tema della logica nel processo penale e del suo controllo nel giudizio di cassazione. Dagli spunti forniti in occasione del Convegno di Lipari del 10 settembre 2011, organizzato con il contributo dell'Unione delle Camere Penali Italiane e con il patrocinio del Consiglio dell'Ordine di Barcellona Pozzo di Gotto e della Scuola Superiore dell'Avvocatura, è nato il presente quaderno che, alla luce della qualità e... (continua)

  • La corte assediata. Per una ragionevole deflazione dei giudizi penali di legittimità. Atti del convegno

    Editore: Giuffrè
    Collana: Ass. studiosi processo penale
    Pagine: 298
    Data di pubblicazione: maggio 2014
    Prezzo: 34,00 -5% 32,30 €
    Categorie: Cassazione