Brocardi.it, il sito dedicato al latino dei giuristi... e molto altro CHI SIAMO   PRIVACY

Articolo 84

Costituzione

Dispositivo dell'art. 84 Costituzione

Può essere eletto Presidente della Repubblica ogni cittadino che abbia compiuto cinquanta anni d'età e goda dei diritti civili e politici (1).
L'ufficio di Presidente della Repubblica è incompatibile con qualsiasi altra carica (2).
L'assegno e la dotazione del Presidente sono determinati per legge.

Note

(1) Requisito di elettorato passivo è, innanztitutto, la cittadinanza italiana. Non opera qui la l'art. 51 comma 2 Cost. che ammette la possibilità che la legge parifichi cittadini e non cittadini per l'accesso alle cariche pubbliche. Viene anche imposto un limite minimo di età ed il godimento dei diritti civili e politici. Tale presupposto esclude chi è privo della capacità di agire (art. 2 c.c.) e chi viene cancellato dalle liste elettorali. Oltre ai requisiti di cui alla disposizione, si consideri che la prassi ha sempre portato all'elezione di soggetti di sesso maschile e che avevano ricoperto il ruolo di parlamentare (con la sola eccezione di Carlo Azeglio Ciampi).

(2) Nella prassi ogni nuovo Capo dello Stato si dimette da eventuali incarichi precedenti, anche di partito. In ogni caso, manca una espressa previsione costituzionale che disponga la dimissione e l'unico riferimento al riguardo è quello, in commento, all'incompatibilità.

Ratio Legis

I requisiti di elettorato passivo furono pensati per garantire l'elezione di un soggetto maturo e saggio (requisito dell'età) ed in grado, concretamente, di rivestire la carica (requisito del godimento di diritti civili e politici). L'incompatibilità di cui al secondo comma, invece, mira allo scopo di consolidare l'imparzialità del Presidente della Repubblica. Infine, per garantire a tutti la possibilità di accedere alla carica (art. 3 Cost.), gli vengono riconosciuti alcuni diritti economici.

Brocardi collegati a questo articolo

Hai un dubbio su questo articolo?
Risolvi il tuo problema!

Scrivi alla nostra redazione giuridica!

Attenzione: prenderemo in esame SOLO richieste scritte in italiano corretto, con adeguata punteggiatura, riferite a quesiti e/o problematiche di natura giuridica. Non promettiamo di poter rispondere a tutti. Il servizio offerto è del tutto gratuito e senza alcun scopo di lucro. Chi avesse urgenza di ricevere risposta dovrà specificare che desidera il servizio a pagamento (per tutti i quesiti il costo è di 24,51 € + IVA per un totale di 29,90 €).
(leggi l'informativa)

SEI UN AVVOCATO?
AFFIDA A NOI LE TUE RICERCHE!

Sei un professionista e necessiti di una ricerca giuridica su questo articolo? Un cliente ti ha chiesto un parere su questo argomento o devi redigere un atto riguardante la materia?
Inviaci la tua richiesta e ottieni in tempi brevissimi quanto ti serve per lo svolgimento della tua attività professionale!