Art. precedente Art. successivo

Articolo 482

Codice Penale

Falsità materiale commessa dal privato

← Art. precedente Art. successivo →

Dispositivo dell'art. 482 Codice Penale

Se alcuno dei fatti preveduti dagli articoli 476, 477 e 478 è commesso da un privato, ovvero da un pubblico ufficiale fuori dell'esercizio delle sue funzioni, si applicano rispettivamente le pene stabilite nei detti articoli, ridotte di un terzo [490-491] (1).

Note

(1) Sono applicabili le sanzioni sostitutive previste dagli artt. 53 e segg., l. 689/1981 solo ove occorra riferirsi alle pene previste dall'art. 477.


Ratio Legis

Integra l'ipotesi di falsità materiale in atto pubblico ex art. 482, il caso in cui un bidello di scuola media aveva falsificato, mediante aggiunte e cancellature, i fogli contenenti le firme del personale al fine di far risultare la propria presenza, mentre svolgeva altrove un'attività commerciale (Cass. 14-11-1990, n. 14714).
Si realizza l'ipotesi criminosa di cui agli artt. 476 e 482 nel caso in cui venga falsificato -- mediante apposizione della falsa firma del funzionario e applicazione del falso timbro della banca -- il modulo con il quale gli istituti di credito danno atto del pagamento della somma dovuta per imposte da parte del contribuente. Tale documento, infatti, è atto pubblico in quanto da un lato è produttivo di effetti giuridici di rilevanza pubblicistica in relazione all'assolvimento dell'obbligo tributario e dall'altro contiene la documentazione di mera attività compiuta dal pubblico ufficiale in relazione alla riscossione della somma dovuta per imposta, a nulla rilevando la natura privata dell'attività bancaria riferibile soltanto all'ordinaria attività di raccolta del risparmio e di esercizio del credito e non già anche a quella attività di natura tipicamente pubblicistica che gli istituti di credito svolgono in campo fiscale (Cass. 31-5-1990, n. 7853).

risolvi il tuo problema!

Scrivi alla nostra redazione giuridica!

Attenzione: prenderemo in esame SOLO richieste scritte in italiano corretto, con adeguata punteggiatura, riferite a quesiti e/o problematiche di natura giuridica. Non promettiamo di poter rispondere a tutti. Il servizio offerto è del tutto gratuito e senza alcun scopo di lucro. Chi avesse urgenza di ricevere risposta dovrà specificare che desidera il servizio a pagamento (per tutti i quesiti il costo è di 24,51 € + IVA per un totale di 29,90 €).
(leggi l'informativa)

Testi per approfondire questo articolo

Codice penale. Rassegna di giurisprudenza e di dottrina [vol. 9.2]
I delitti contro l'ordine pubblico e i delitti contro l'incolumità pubblica. Artt. 414-452

Editore: Giuffrè
Data di pubblicazione: novembre 2010
Prezzo: 82,00 -10% 73,80 €
Trattato di diritto penale - Parte speciale Vol. IV: I delitti contro l'incolumità pubblica e in materia di stupefacenti

Data di pubblicazione: aprile 2010
Prezzo: 95,00 -10% 85,50 €

Il volume è un commento articolo per articolo al LIBRO II (dei delitti in particolare) TITOLO VI (dei delitti contro l’incolumità pubblica) del codice penale. Inoltre, l’Opera analizza tutta la legislazione penale speciale in materia di stupefacenti.L'opera è Aggiornata al d.lg. 106/2009 e alla l. 49/2009

PIANO DELL’OPERA

SEZIONE I - DEI DELITTI CONTRO L’INCOLUMITA` PUBBLICA (422-452 c.p.) * LINEAMENTI GENERALI DEL CONCETTO DI... (continua)

I delitti contro l'ordine e l'incolumità pubblica

Autore: Marani Simone
Editore: Giuffrè
Collana: Fatto & diritto
Data di pubblicazione: dicembre 2008
Prezzo: 38,00 -10% 34,20 €

Il testo, aggiornato alle più recenti pronunce della giurisprudenza di legittimità, nonché agli ultimi orientamenti dottrinali, tratta, attraverso l'analisi della normativa contenuta all'interno del nostro Codice Penale e nella legislazione speciale, della tematica dei delitti contro l'ordine pubblico e l'incolumità pubblica.
L'opera si suddivide in due parti; la prima dedicata ai delitti contro l'ordine pubblico e la seconda in materia di delitti contro... (continua)

Trattato di diritto penale - Parte speciale Vol. IV: I delitti contro l'incolumità pubblica e in materia di stupefacenti - Materiali (bibliografia - fonti - giurisprudenza)

Data di pubblicazione: settembre 2010
Prezzo: 30,00 -10% 27,00 €

L’opera raccoglie tutto ciò che è citato nel testo del volume “Delitti contro l’incolumità pubblica e in materia di stupefacienti”, il quarto volume del Trattato di Diritto Penale, e nello specifico:- articoli dei codici citati (anche dei codici stranieri)- bibliografia- massime delle sentenze citate- sentenze per esteso citate

(continua)
Trattato di diritto penale
Parte Speciale: volume IX. Reati contro l'incolumità pubblica. Tomo II: reati di comune pericolo mediante frode

Editore: Giuffrè
Data di pubblicazione: gennaio 2013
Prezzo: 80,00 -10% 72,00 €

Il volume, che, sul versante dei 'reati contro l'incolumità pubblica', si aggiunge a quello già edito nel 2008 in tema di 'reati di comune pericolo mediante violenza', ha ad oggetto la disciplina dei delitti di comune pericolo mediante frode, ossia di illeciti penali suscettibili di esporre a pericolo la vita o la salute di una pluralità indeterminata di persone, attraverso modalità offensive che si collegano a oggetti materiali normativamente determinati:... (continua)

Il danno qualificato dal pericolo. Profili sistematici e politico-criminali dei delitti contro l'incolumità pubblica

Editore: Giappichelli
Collana: Itinerari di diritto penale
Data di pubblicazione: dicembre 2005
Prezzo: 49,00 -10% 44,10 €
Il volume si propone di scandagliare le ragioni della peculiare e tradizionale problematicità della classe dei delitti di comune pericolo. Una volta ricostruita la complessa evoluzione storico-dogmatica della categoria, ne sono valutati gli sviluppi legislativi, prendendo le mosse dal codice Zanardelli, per giungere alla disciplina vigente e ai profili dell'oggettività giuridica nel quadro dei principi costituzionali. Illustrando il codice Rocco sono privilegiati i profili sistematici con... (continua)