Brocardi.it, il sito dedicato al latino dei giuristi... e molto altro CHI SIAMO   PRIVACY

Articolo 365

Codice Penale

Omissione di referto

Dispositivo dell'art. 365 Codice Penale

Chiunque, avendo nell'esercizio di una professione sanitaria prestato la propria assistenza od opera in casi che possono presentare i caratteri di un delitto per il quale si debba procedere d'ufficio (1), omette o ritarda di riferirne all'Autorità indicata nell'articolo 361, è punito con la multa fino a cinquecentosedici euro.
Questa disposizione non si applica quando il referto (2) esporrebbe la persona assistita a procedimento penale [384] (3).

Note

(1) Affinchè il reato possa dirsi integrato è necessario non solo che il soggetto goda della qualifica di sanitario, ma anche che la eserciti effettivamente e legittimamente.

(2) Per referto si intende l'atto tipico del medico, che è tenuto a redigerlo e trasmetterlo ogni volta che, nell'esercizio della sua professione, viene a contato con la conoscenza di fatti che potrebbero integrare gli estremi di un reato perseguibile d'ufficio.

(3) La natura della previsione di cui al comma secondo non è pacifica. Per alcuni autori si tratta di una scusante, strettamente connessa al segreto professionale, mentre per altri si tratterebbe di una scriminante

Ratio Legis

La norma tutela il corretto funzionamento della giustizia, nello specifico garantendo che la notizia di reato giunga a conoscenza dell'organo competente all'esercizio dell'azione penale.

Hai un dubbio su questo articolo?
Risolvi il tuo problema!

Scrivi alla nostra redazione giuridica!

Attenzione: prenderemo in esame SOLO richieste scritte in italiano corretto, con adeguata punteggiatura, riferite a quesiti e/o problematiche di natura giuridica. Non promettiamo di poter rispondere a tutti. Il servizio offerto è del tutto gratuito e senza alcun scopo di lucro. Chi avesse urgenza di ricevere risposta dovrà specificare che desidera il servizio a pagamento (per tutti i quesiti il costo è di 24,51 € + IVA per un totale di 29,90 €).
(leggi l'informativa)

Testi per approfondire questo articolo