Art. precedente Art. successivo

Articolo 515

Codice di Procedura Penale

Allegazione di atti al fascicolo per il dibattimento

← Art. precedente Art. successivo →

Dispositivo dell'art. 515 Codice di Procedura Penale

1. I verbali degli atti di cui è stata data lettura e i documenti ammessi a norma dell'articolo 495 sono inseriti, unitamente al verbale di udienza, nel fascicolo per il dibattimento [431] (1).

Note

(1) Il fascicolo per il dibattimento è conosciuto dal giudice competente per il giudizio al fine di motivare adeguatamente la propria decisione.


Ratio Legis

Al fine di garantire un'effettiva conoscenza probatoria, necessaria per la successiva fase decisoria, gli atti indicati devono essere inseriti nel fascicolo del dibattimento.

Sentenze relative a questo articolo

Cass. sez. un. n. 2780/1996

╚ legittima l'acquisizione al fascicolo per il dibattimento di prospetti riassuntivi di attivitÓ di polizia giudiziaria, elaborati da ufficiale di P.G. che, esaminato come testimone, ad essi abbia legittimamente fatto riferimento nel corso della deposizione, consultandoli in aiuto della memoria.

Cass. n. 2127/1995

Al fascicolo d'ufficio del dibattimento non possono essere allegate dichiarazioni raccolte dal P.M. nel corso delle indagini preliminari se non utilizzate per le contestazioni e ci˛ anche a seguito delle modifiche normative apportate all'art. 500 c.p.p. dalla L. n. 356/1992.

Hai un dubbio su questo articolo?
Risolvi il tuo problema!

Scrivi alla nostra redazione giuridica!

Attenzione: prenderemo in esame SOLO richieste scritte in italiano corretto, con adeguata punteggiatura, riferite a quesiti e/o problematiche di natura giuridica. Non promettiamo di poter rispondere a tutti. Il servizio offerto è del tutto gratuito e senza alcun scopo di lucro. Chi avesse urgenza di ricevere risposta dovrà specificare che desidera il servizio a pagamento (per tutti i quesiti il costo è di 24,51 € + IVA per un totale di 29,90 €).
(leggi l'informativa)