Brocardi.it, il sito dedicato al latino dei giuristi... e molto altro CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 514

Codice di Procedura Civile

Cose mobili assolutamente impignorabili

Dispositivo dell'art. 514 Codice di Procedura Civile

Oltre alle cose dichiarate impignorabili da speciali disposizioni di legge [545] (1), non si possono pignorare:
1) le cose sacre e quelle che servono all'esercizio del culto (2);
2) l'anello nuziale, i vestiti, la biancheria, i letti, i tavoli per la consumazione dei pasti con le relative sedie, gli armadi guardaroba, i cassettoni, il frigorifero, le stufe ed i fornelli di cucina anche se a gas o elettrici, la lavatrice, gli utensili di casa e di cucina unitamente ad un mobile idoneo a contenerli, in quanto indispensabili al debitore ed alle persone della sua famiglia con lui conviventi; sono tuttavia esclusi i mobili, meno i letti, di rilevante valore economico anche per accertato pregio artistico o di antiquariato;
3) i commestibili e i combustibili necessari per un mese al mantenimento del debitore e delle altre persone indicate nel numero precedente;
[4) gli strumenti, gli oggetti e i libri indispensabili per l'esercizio della professione, dell'arte o del mestiere del debitore (3)];
5) le armi e gli oggetti che il debitore ha l'obbligo di conservare per l'adempimento di un pubblico servizio;
6) le decorazioni al valore, le lettere, i registri e in generale gli scritti di famiglia, nonché i manoscritti, salvo che formino parte di una collezione.

Note

(1) Si tratta di frutti (v. c.c. 170, 188), usufrutto legale (v. c.c. 326), cose oggetto di contratto estimatorio (v. c.c. 1558), rendita (v. c.c. 1881), somme dovute dall'assicuratore (v. c.c. 1923), fondi speciali per la previdenza (v. c.c. 2117), la quota del socio (v. c.c. 2305, 2531), il fondo consortile (v. c.c. 2614). Sono altresì impignorabili: i beni demaniali dello Stato (v. c.c. 822); i beni patrimoniali indisponibili dello Stato o di altro ente pubblico; i beni destinati al regime patrimoniale della famiglia, i beni di enti ecclesiastici ed edifici di culto (v. 831).
(2) Tale numero è stato così modificato dalla l. 8-5-1971, n. 302, la quale ha inoltre ampliato il novero degli oggetti impignorabili (aggiungendovi ad esempio il frigorifero, la lavatrice), risultando così di molto attenuato il criterio dell'indispensabilità che li contraddistingueva. D'altro canto è bene precisare che la giurisprudenza ha chiarito che l'indispensabilità è nozione relativa, risultando ad esempio, pignorabili anche beni assolutamente impignorabili quando il loro numero sia sovrabbondante.
(3) Tale numero è stato abolito dal legislatore nel 2006, con il risultato pratico di rendere relativamente pignorabili gli strumenti, gli oggetti e i libri indispensabili per l'esercizio della professione dell'arte o del mestiere ai sensi dell'art. 515 del c.p.c., ultimo comma, in cui viene previsto che tali beni possono essere pignorati nei limiti di 1/5 se il presumibile valore di realizzo degli altri beni non appaia sufficiente alla soddisfazione dei creditori. Si precisa che tale limitazione non rileva nel caso di debitori costituiti in forma societaria e il debitore la cui attività sia caratterizzata dalla prevalenza del capitale sul lavoro.

Ratio Legis

La norma in esame indica i beni che per il nostro ordinamento sono assolutamente impignorabili al fine di tutelare i beni che hanno per il debitore un certo valore religioso, quelli che garantiscono il sostentamento del debitore e delle persone della sua famiglia almeno per un mese o, ancora, quelli che gli danno la possibilità di continuare a svolgere la propria attività lavorativa. L'impignorabilità assoluta deve essere eccepita dall'esecutato, mentre non può essere rilevata d'ufficio. Essa può essere fatta rilevare con l'opposizione all'esecuzione in base all'art. 615 del c.p.c..

Brocardi

Res sacrae miseris

Sentenze relative a questo articolo

Cass. n. 10642/2014

Le somme erogate, ai sensi del d.l. 19 marzo 1981, n. 75 (convertito, con modificazioni, nella legge 14 maggio 1981, n. 219), a titolo di contributo per la ricostruzione delle zone colpite dagli eventi sismici del novembre 1980 e del febbraio 1981, non sono soggette ad un vincolo di impignorabilità assoluta, ma solo ad uno di destinazione, che ha lo scopo di evitare che le stesse siano aggredite da parte dei creditori del beneficiario e stornate dalle finalità previste per la loro erogazione.

Hai un dubbio su questo argomento?
Risolvi il tuo problema!

Scrivi alla nostra redazione giuridica!

Attenzione: prenderemo in esame SOLO richieste scritte in italiano corretto, con adeguata punteggiatura, riferite a quesiti e/o problematiche di natura giuridica.
(leggi l'informativa)

SEI UN AVVOCATO?
AFFIDA A NOI LE TUE RICERCHE!

Sei un professionista e necessiti di una ricerca giuridica su questo articolo? Un cliente ti ha chiesto un parere su questo argomento o devi redigere un atto riguardante la materia?
Inviaci la tua richiesta e ottieni in tempi brevissimi quanto ti serve per lo svolgimento della tua attività professionale!

Quesiti degli utenti
relativi all'articolo 514 del c.p.c.

Seguono tutti i quesiti posti dagli utenti del sito che hanno ricevuto una risposta da parte della redazione giuridica di Brocardi.it usufruendo del servizio di consulenza legale. Si precisa che l'elenco non è completo, poiché non risultano pubblicati i pareri legali resi a tutti quei clienti che, per varie ragioni, hanno espressamente richiesto la riservatezza.

08/06/2011 Trentino-Alto Adige
Tiziano chiede

Scusate, vorrei sapere se tra le cose impignorabili fanno parte anche i mezzi di trasporto (nel caso di specie il furgone) visto che sono un artigiano imbianchino ed utilizzo il furgone esclusivamente per lavoro ed l'ho comprato come ditta con regolare fattura alla ditta.
Grazie della vostra attenzione.

Consulenza legale i 15/06/2011

La disciplina dell’impignorabilità dei beni riguarda il pignoramento mobiliare presso il debitore. L’esclusione è relativa a cose che per il loro valore interiore e morale (es. oggetti di culto, fede nuziale), o per stretta necessità nella vita domestica (es. gli elettrodomestici essenziali), sono stati reputate legate a bisogni privilegiati rispetto alla regola secondo cui il debitore risponde con tutto il suo patrimonio, che funge da garanzia ai creditori (art. 2740 del c.c.).

L’art. 514 c.p.c. parla al n. 4 anche degli “strumenti necessari per l’esercizio del mestiere” e sembra riferirsi anche al lavoratore autonomo e all'imprenditore individuale (individuabile qualora sul capitale prevalga l'attività personale). La regola dell’impignorabilità in questo caso ha lo scopo di non privare il debitore della possibilità di vivere con il proprio lavoro (Cass. Civ., n. 8858/2000). Pertanto, il limite stabilito dall'art. 514 c.p.c. si riferisce solo agli strumenti indispensabili per l'esercizio della professione, arte o mestiere dai quali il debitore ricava i propri mezzi di sostentamento e non opera pertanto nel caso in cui il debitore tragga anche da altra attività redditi sufficienti lavoro (Cass. Civ., n. 11002/1993).

La Cass. civ. con sentenza n. 12212/2003 ha stabilito che in relazione alle opposizioni all'esecuzione in cui si deduca l'assoluta impignorabilità dei beni pignorati, in quanto strumenti di lavoro assolutamente indispensabili per l'esercizio di arti, mestieri e professioni, l'impignorabilità degli stessi deve essere connessa ad una concreta ed assoluta indisponibilità di altri mezzi per l'esercizio dell'attività svolta, dovendo essa escludersi nell'ipotesi di beni che, pur correlati all'attività del debitore, costituiscano una dotazione decisamente sovrabbondante rispetto alle normali esigenze del suo lavoro.

Nel caso di specie, se il furgone è l’unico mezzo di trasporto utilizzato per il lavoro, sembra sia logico pensare che esso non verrà fatto oggetto di espropriazione proprio per non privare il lavoratore di uno strumento indispensabile per provvedere al proprio sostentamento.


Testi per approfondire questo articolo

  • Diritto processuale civile
    L'esecuzione forzata, i procedimenti sommari, cautelari e camerali

    Editore: Giappichelli
    Data di pubblicazione: maggio 2016
    Prezzo: 35,00 -10% 31,50 €

    "L'infaticabile lavoro del nostro legislatore in materia di processo civile impone che - con l'inizio del nuovo anno - si provveda alla revisione e all'aggiornamento della precedente edizione. Le novità più rilevanti, intervenute nel corso dell'ultimo anno, sono da attribuire senza dubbio al D.L. 27 giugno 2015 n. 83, convertito con ulteriori modifiche dalla L. 6 agosto 2015 n. 132 e hanno riguardato soprattutto la disciplina del processo esecutivo e quella del processo... (continua)

  • Impignorabilità della prima casa

    Collana: Legale
    Pagine: 504
    Data di pubblicazione: luglio 2016
    Prezzo: 55,00 -10% 49,50 €
    Il testo, con formulario e giurisprudenza, affronta con taglio operativo le questioni riguardanti l'esclusione della prima casa dal pignoramento dei beni. La trattazione è improntata anche su casi pratici che vengono spiegati sia sotto il profilo processuale che di merito. Tutto il commento viene avvalorato dalle interpretazioni giurisprudenziali. Si affrontano tutte quelle tematiche che orbitano intorno al pignoramento, come: la sospensione della procedura esecutiva ai sensi della... (continua)
  • Manuale di diritto dell'esecuzione civile

    Autore: Capponi Bruno
    Editore: Giappichelli
    Data di pubblicazione: marzo 2016
    Prezzo: 52,00 -10% 46,80 €

    "La terza edizione del 'Manuale' è stata licenziata nel novembre 2014 e stampata nel febbraio 2015. Allora, nulla poteva far pensare - dopo i ripetuti e improvvisati interventi del legislatore, di cui s'è dato conto nella Premessa a quell'edizione - che una nuova importante riforma dell'esecuzione forzata sarebbe a breve stata approvata. Invece, dopo pochi mesi è stato varato - sempre "a sorpresa" e senza alcun previo dibattito culturale - il decreto-legge 27 giugno... (continua)

  • La cessione del quinto dello stipendio. Leggi, circolari e sentenze in materia di pignorabilità degli stipendi

    Collana: Serie L. Professionale
    Pagine: 192
    Data di pubblicazione: maggio 2016
    Prezzo: 30,00 -10% 27,00 €
    La cessione del quinto dello stipendio, a torto ritenuta uno strumento creditizio marginale, ha nel tempo suscitato il crescente interesse degli operatori, diventando uno strumento affidabile e conquistando una quota di tutto rispetto nel mercato del credito al consumo. Il volume - alla III Edizione - offre a mediatori creditizi, agenti in affari finanziari, operatori di banche e società finanziarie, responsabili dell'amministrazione del personale di aziende pubbliche e private,... (continua)
  • Formulario annotato dell'esecuzione 2016. Con CD-ROM

    Collana: I formulari
    Data di pubblicazione: marzo 2016
    Prezzo: 55 €

    II formulario propone i modelli di atto che gli avvocati, professionisti delegati, ufficiali giudiziari e giudici devono utilizzare quando si approcciano al processo di esecuzione, dai più temuto per l'estremo tecnicismo della materia. Le numerose annotazioni che corredano le formule - aggiornate alla più recente giurisprudenza di merito e di legittimità e agli ultimissimi interventi di riforma (si veda il D.L. 83/2015, conv. in L. 132/2015 che ha innovato le... (continua)