Art. precedente Art. successivo

Articolo 2056

Codice Civile

Valutazione dei danni

← Art. precedente Art. successivo →

Dispositivo dell'art. 2056 Codice Civile

Il risarcimento dovuto al danneggiato si deve determinare secondo le disposizioni degli articoli 1223 (1), 1226 (2) e 1227 (3).
Il lucro cessante è valutato dal giudice con equo apprezzamento delle circostanze del caso [1226].

Note

(1) L'art. 1223 stabilisce che è risarcibile il danno patrimoniale, cioè quel danno che si traduce direttamente in un pregiudizio del patrimonio del danneggiato.
Il danno patrimoniale si distingue in: a) danno emergente: consistente nella perdita di valori economici già esistenti nel patrimonio del danneggiato, in altri termini nella diminuzione di quel patrimonio cagionata direttamente dall'illecito; b) lucro cessante: cioè il mancato guadagno che deriva direttamente dall'illecito.

(2) L'art. 1226 stabilisce che il danno patrimoniale, se non può essere determinato nel suo preciso ammontare, deve essere liquidato dal giudice con una valutazione equitativa.

(3) L'art. 1227 stabilisce che, se il danno è stato cagionato anche da un fatto colposo del creditore, il risarcimento dovuto dal danneggiante deve essere diminuito. La norma non richiama l'art. 1225 che limita, in materia di responsabilità contrattuale, il risarcimento ai soli danni prevedibili; sicché, in materia extracontrattuale sono risarcibili anche i danni imprevedibili e futuri.


Relazione al Codice Civile

(Relazione del Ministro Guardasigilli Dino Grandi al Codice Civile del 4 aprile 1942)

801L'art. 2056 del c.c. regola la valutazione dei danni con gli stessi criteri stabiliti nel caso di inadempimento di un'obbligazione preesistente. Il mancato richiamo dell'art. 1225 del c.c. crea però una differenza ed è questa: se l'inadempimento è colposo, non debbono essere risarciti i danni non prevedibili; invece, se il fatto illecito extracontrattuale è doloso o colposo, il danno, prevedibile o no, deve essere risarcito per intero, sempre che tra fatto o danno corra il nesso di causalità. Non si è accolto cosi il principio di commisurare il risarcimento al grado della colpa.
Non si è ritenuto necessario dichiarare che sulle somme dovute a titolo di risarcimento decorrono gli interessi dalla data del fatto illecito, anche prima della loro liquidazione, perché tale decorrenza è legittimata dal principio che gli interessi concorrono a completare il risarcimento dovuto.
Si è lasciata alla dottrina e alla giurisprudenza la determinazione del momento a cui devesi aver riguardo per la stima del danno; tale determinazione si deduce dal principio acquisito che si deve risarcire il danno certo, presente o futuro, e che le sopravvenienze sono rilevanti solo se integrano una causa di danno non considerata neppure genericamente nel primo accertamento, salve le disposizioni particolari, come in materia di infortuni sul lavoro.

Brocardi collegati a questo articolo

Hai un dubbio su questo articolo?
Risolvi il tuo problema!

Scrivi alla nostra redazione giuridica!

Attenzione: prenderemo in esame SOLO richieste scritte in italiano corretto, con adeguata punteggiatura, riferite a quesiti e/o problematiche di natura giuridica. Non promettiamo di poter rispondere a tutti. Il servizio offerto è del tutto gratuito e senza alcun scopo di lucro. Chi avesse urgenza di ricevere risposta dovrà specificare che desidera il servizio a pagamento (per tutti i quesiti il costo è di 24,51 € + IVA per un totale di 29,90 €).
(leggi l'informativa)

Testi per approfondire questo articolo

Esposizione al pericolo e responsabilità civile

Collana: Univ. Camerino
Pagine: 378
Data di pubblicazione: maggio 2014
Prezzo: 44,00 -10% 39,60 €
Formulario della nuova responsabilità civile

Editore: Ipsoa
Pagine: 608
Data di pubblicazione: giugno 2014
Prezzo: 60,00 -10% 54,00 €

Il Formulario offre un utile strumento per orientare i professionisti nel complesso e variegato settore della responsabilità civile.

Il volume affronta le tematiche di maggiore interesse: responsabilità del professionista (medico, struttura ospedaliera, avvocato, notaio, dottore commercialista, arbitro, curatore fallimentare, professionista tecnico, provider); tutela della famiglia (con particolare riguardo ai cc.dd. illeciti eso-familiari ed endo-familiari);... (continua)

Trattato breve dei nuovi danni
Persone, famiglia, medicina

Autore: Cendon Paolo
Editore: CEDAM
Pagine: 1350
Data di pubblicazione: giugno 2014
Prezzo: 120,00 -10% 108,00 €

Dopo il grande successo del Trattato dei Nuovi Danni (2011), il Prof. Cendon, con la sua collaudata squadra di collaboratori, ha realizzato un nuova opera più compatta (di qui la parola breve e la struttura in 3 volumi anziché 6), con particolare attenzione alle figure più importanti di danno, le nuove frontiere di tutela della persona, le proposte del governo, le nuove vittime.

Questo primo volume, esamina le neo-figure di tutela risarcitoria e i nuovi risvolti... (continua)

La prova del danno biologico

Editore: Giuffrè
Collana: La responsabilità civile
Data di pubblicazione: giugno 2014
Prezzo: 43,00 -10% 38,70 €
Categorie: Danno biologico
Il ricorso per l'efficienza delle amministrazioni e dei concessionari di servizi pubblici

Editore: Aracne
Pagine: 260
Data di pubblicazione: dicembre 2013
Prezzo: 15,00 -10% 13,50 €

Il libro analizza la disciplina della c.d. class action pubblica, il cui scopo è quello di contrastare disservizi e fenomeni di maladministration da parte delle pubbliche amministrazioni e dei concessionari di servizi pubblici. L'obiettivo dell'indagine, dal taglio essenzialmente pratico, è quello di evidenziare criticità ed aspetti positivi del rimedio, per capire se possa effettivamente essere una "nuova frontiera" di tutela per i cittadini e gli utenti dei servizi... (continua)

Trattato breve dei nuovi danni
Impresa, mercato, società

Autore: Cendon Paolo
Editore: CEDAM
Data di pubblicazione: luglio 2014
Prezzo: 120,00 -10% 108,00 €

L'opera presenta con chiarezza i filoni del diritto applicato, valutando luci e ombre del sistema della responsabilità civile, con attenzione al tema del danno alla persona. Esamina le neo-figure di tutela risarcitoria e i nuovi risvolti dannosi relativamente a: danno da inadempimento, circolazione stradale, figure di danneggiati, responsabilità processuale, responsabilità dei professionisti, lavoratori, società e impresa.

(continua)
Diritto civile

Autore: Fratini Marco
Editore: neldiritto.it
Collana: Corso di magistratura. Le lezioni
Data di pubblicazione: maggio 2014
Prezzo: 22,00 -10% 19,80 €

Nel quinto volume del Corso di diritto civile, dedicato alla Responsabilità extracontrattuale, sono affrontate, in particolare, le seguenti questioni: La responsabilità dello Stato per violazione del diritto europeo; Il nesso di causalità e le concause; Il danno da lesione del rapporto parentale; Il danno non patrimoniale da inadempimento contrattuale; Il danno catastrofico e il danno tanatologico; La responsabilità da cose in custodia; La responsabilità... (continua)

Trattato breve dei nuovi danni
Figure emergenti di responsabilità

Autore: Cendon Paolo
Editore: CEDAM
Data di pubblicazione: luglio 2014
Prezzo: 120,00 -10% 108,00 €

L'opera presenta con chiarezza i filoni del diritto applicato, valutando luci e ombre del sistema della responsabilità civile, con attenzione al tema del danno alla persona. Esamina le neo-figure di tutela risarcitoria e i nuovi risvolti dannosi relativamente a: soggetti deboli, informazione, ambiente, illeciti informatici, p.A., scuola, attività sportiva, tempo libero, delitti.

(continua)
La responsabilità civile della Pubblica Amministrazione

Pagine: 204
Data di pubblicazione: marzo 2014
Prezzo: 20,00 -10% 18,00 €
La prova e il quantum nel risarcimento del danno

Autore: Cendon Paolo
Pagine: 3058
Data di pubblicazione: febbraio 2014
Prezzo: 210,00 -10% 189,00 €

L’Opera, divisa in tre tomi, fornisce una trattazione completa in materia di prova e quantum nel risarcimento del danno non patrimoniale.

L'autore si sofferma sulla nozione di risarcimento in generale, e, in particolare, analizza l’applicazione pratica dell’istituto nei vari ambiti, quali il diritto della persona, famiglia, medicina, diritti reali, ambiente, obbligazioni e contratti, lavoro, società, amministrazione della giustizia, cultura e tempo... (continua)