Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Brocardo

Ubi tu gaius, et ego gaia

Traduzione

Gaio, dovunque tu sarai, là sarò anch'io, Gaia

Spiegazione

Formula pronunciata dalla sposa nel rito solenne del matrimonio romano: con essa, la sposa si impegnava ad assumere il nome dello sposo e a coabitare con lui.

Tag associati

Quesiti degli utenti
relativi a "Ubi tu gaius, et ego gaia"

Seguono tutti i quesiti posti dagli utenti del sito che hanno ricevuto una risposta da parte della redazione giuridica di Brocardi.it usufruendo del servizio di consulenza legale. Si precisa che l'elenco non è completo, poiché non risultano pubblicati i pareri legali resi a tutti quei clienti che, per varie ragioni, hanno espressamente richiesto la riservatezza.

Mahnoor chiede
lunedì 13/02/2012 - Lombardia

“Vorrei sapere la traduzione di questa frase: "ubi tu gaius ego gaia".
Grazie.”

Consulenza legale i 15/02/2012

"Ubi tu Gaius ego Gaia" è una formula latina pronunciata dalla sposa allo sposo nelle nozze romane. Sembra che questa frase concludesse il rito segnando il trasferimento della donna alla nuova famiglia e rendendo il vincolo sacro ed indissolubile. Ai tempi della Repubblica, infatti, il matrimonio prevedeva il trasferimento della patria potestà dal genitore della sposa al marito lasciando la donna in perpetua soggezione (matrimonio cum manu). Già dai tempi di Cesare una nuova formula, detta "sine manu", dava la possibilità alla moglie di continuare ad appartenere alla famiglia paterna basando il vincolo maritale solo sull'affetto reciproco e la continuità di consenso.


Testi per approfondire "Gaio, dovunque tu sarai, là sarò anch'io, Gaia"

  • «Res furtivae». Contributo allo studio della circolazione degli oggetti furtivi in diritto romano

    Editore: Giappichelli
    Collana: Univ.Urbino-Scuola di giurisprudenza
    Pagine: 257
    Data di pubblicazione: settembre 2017
    Prezzo: 32,00 -10% 28,80 €
    Categorie: Diritto romano
    "È certo che nel diritto romano le cose oggetto di furto fossero escluse dall'usucapione. Il divieto nelle fonti giuridiche di età classica viene solitamente attribuito alla lex Atinta de rebus subreptis1, emanata nel II sec. a.C, sebbene non manchino testimonianze secondo le quali il suddetto divieto sarebbe già stato previsto dalla legislazione decemvirale. Alla lex Atinia sembra rimontare pure l'introduzione del principio della reversio in potestà, in base al... (continua)
  • Il nuovo manuale di istituzioni di diritto romano. Con glossario e questionario riepilogativo

    Collana: Manuali
    Pagine: 528
    Data di pubblicazione: ottobre 2016
    Prezzo: 22,00 -10% 19,80 €
    La VII edizione del "Nuovo manuale" di Istituzioni di Diritto Romano presenta una panoramica completa della materia e riserva particolare attenzione ai più recenti sviluppi della dottrina giusromanistica. Il volume, per venire incontro alle numerose difficoltà degli studenti universitari presenta, in appendice, un glossario che raccoglie, in ordine alfabetico, le singole Leges romane e ne esplica il contenuto, nonché un questionario che raccoglie e commenta le principali... (continua)
  • Aspetti della procedura penale nel tardo romano impero

    Editore: Giappichelli
    Data di pubblicazione: maggio 2017
    Prezzo: 27 €
    Categorie: Diritto romano
  • La costituzione di Roma antica

    Editore: Laterza
    Collana: Biblioteca universale Laterza
    Data di pubblicazione: settembre 2017
    Prezzo: 18,00 -10% 16,20 €
    Categorie: Diritto romano
    Nel mondo antico Roma visse come entità politica indipendente per quasi milletrecento anni, nel corso dei quali le regole attributive del potere pubblico variarono più volte. La progressiva evoluzione fu categorizzata dagli stessi romani, che individuarono una pluralità di tipi di costituzione: dalla monarchia alla repubblica, dal principato augusteo al dispotismo del dominato dioclezianeo-costantiniano. In seguito, le forme della res publica - e le virtutes dei suoi... (continua)
  • Studi sulla patria «potestas». Il filius familias «designatus rei publicae civis»

    Editore: Giappichelli
    Collana: Univ.Palermo-Dip. storia dir. Monografie
    Pagine: 398
    Data di pubblicazione: maggio 2017
    Prezzo: 48,00 -10% 43,20 €
    "Com'è noto, la patria potestas rivestì durante l'intera esperienza romana una rilevanza giuridica sia interna sia esterna alla familia. Essa dispiegava i propri effetti sia all'interno della familia proprio iure dicta, sia all'esterno, nelle dinamiche di quei rapporti che in prospettiva moderna consideriamo oggi rilevanti nell'ambito del diritto privato. La tradizione degli studi romanistici ha riservato particolare attenzione a entrambe tali categorie di effetti, coerentemente... (continua)

→ Altri libri su Gaio, dovunque tu sarai, là sarò anch'io, Gaia ←